Lunedì, 06 Febbraio 2017 00:00

Intervista al Console Generale di Danimarca a Firenze e Decano del Corpo Consolare di Firenze, Avv. Alessandro Berti

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Quale è la storia del corpo consolare di Firenze e quali le caratteristiche e le funzioni?

L’esistenza del Corpo Consolare di Firenze risale a cento anni fa ed ha subito negli anni molte variazioni sia di qualità che di quantità.

Quando iniziai io la carriera consolare nel 1972 il Corpo Consolare di Firenze contava numerosi Consolati di Carriera fra i quali Svizzera, Inghilterra, Francia e Stati Uniti e complessivamente eravamo circa 25/30 Consoli. Negli anni sono stati chiusi i Consolati Generali ad esclusione degli Stati Univi, del Perù e della Cina nuovi Consolati Generali. Il compito maggiore dell’Associazione Corpo Consolare è quella di tenere aggiornato l’elenco dei Consolati, di rappresentanza a mezzo del Decano a tutti gli eventi istituzionali, di coordinamento dei vari eventi organizzati dai singoli Consolati e di assistenza e coordinamento delle attività consolari di tutti i Consoli presenti. Attualmente l’associazione conta circa cinquanta Consolati mentre se ne attendono altri di nuova nomina.

Riguardo, invece, al Paese che lei rappresenta in Italia quale Console, quali sono i compiti che deve assolvere in tale ruolo?

Principalmente dobbiamo garantire l’assistenza ai cittadini danesi per ogni loro eventuale necessità anche di urgenza quali rilascio di passaporto provvisorio, raccolta di richieste rinnovo di passaporto e quant’altro secondo le previsioni della Convenzione di Vienna. 

Quanti sono i cittadini danesi residenti in Italia (quanti nella Regione dove è collocato il suo ufficio) e quali le caratteristiche (sesso, età, tipo di lavoro svolto) della comunità immigrata in Italia?

La colonia danese nel territorio di mia competenza, recentemente allargato a tutta la Toscana, non ha un alto numero trattandosi soprattutto di stranieri di passaggio o per studio.

Come sono i rapporti tra la comunità danese residente in Italia e gli italiani?

I cittadini danesi, quelli residenti per vari motivi (matrimonio o commercio) non presentano problemi essendo perfettamente integrati.

Quali sono le maggiori necessità e difficoltà della comunità danese residente in Italia e quali le richieste formulate al vostro Consolato?

L’assistenza per motivi di urgenza (scippi, furti, incidenti d’auto, malattie e rilascio passaporti provvisori di emergenza e richiesta passaporti).

Cosa si può fare per favorire ulteriormente l’inserimento dei cittadini danesi residenti in Italia?

Per quanto riguarda la Danimarca non vi è alcun problema di inserimento nelle comunità locali

Quali sono i rapporti del Consolato con le Istituzioni italiane?

Per quanto attiene le mie funzioni quale Console Generale di Danimarca ed in particolare come Decano del Corpo Consolare di Firenze non vi sono problemi di rapporti con tutte le Istituzioni italiane con le quali intratteniamo continui rapporti di collaborazione e amicizia.

Cosa si può fare per migliorare le relazioni economiche e commerciali tra il Paese da lei rappresentato e l’Italia?

Per quanto mi riguarda ho sempre fatto e faccio del mio meglio per intrattenere rapporti economici e commerciali che tuttavia negli ultimi tempi sono praticamente delegati quasi in via esclusiva all’addetto commerciale presso l‘Ambasciata di Roma.

Posso concludere che la mia esperienza di Console Generale di Danimarca a Firenze e regioni limitrofe, nonché accreditato presso la Repubblica di San Marino, funzioni che sono iniziate nel 1972 e che permangono tuttora anche se è previsto un nuovo Console nel 2017, è stata un’esperienza assolutamente irripetibile e piena di soddisfazioni.

Letto 297 volte Ultima modifica il Lunedì, 06 Febbraio 2017 15:35
Devi effettuare il login per inviare commenti

Powered by

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

  Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.