Giovedì, 11 Febbraio 2016 10:12

Primavere arabe 5 anni dopo: cosa non ha funzionato?

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Nonostante l’accordo sulla crisi siriana raggiunto nella notte, disillusione e disincanto segnano in questi giorni l’anniversario della caduta del regime di Mubarak in Egitto, data simbolo delle Primavere arabe, termine con

il quale è stata definita quell’ondata di proteste senza precedenti che nel 2011 si diffuse rapidamente nel mondo arabo. Se Tunisia – dove tutto è cominciato –, Egitto, Libia, Siria, Yemen e Bahrein sono stati i paesi maggiormente coinvolti, anche Algeria, Iraq, Giordania, Arabia Saudita, Oman, Marocco e Kuwait hanno conosciuto movimenti di protesta. Cinque anni dopo i paesi della regione hanno vissuto evoluzioni diverse. Qualche governo è stato in grado di portare avanti timide riforme e sembra oggi conservare saldamente il potere. Tre paesi, Siria, Yemen e Libia sono stati falliti, impantanati in conflitti civili. L’Egitto è alle prese con una restaurazione. La sola Tunisia sembra invece continuare a sperimentare una complessa transizione democratica. In tale contesto, questo dossier analizzerà alcune questioni chiave: il dibattito sulla compatibilità di questi paesi con la cultura e i principi democratici; il futuro dell’islam politico, che sino a poco tempo fa sembrava intrecciare le fortune con le Primavere arabe; le cause economiche delle rivolte, sostanzialmente immutate; il ruolo dei media e dei giovani; il processo crescente di radicalizzazione di parte della popolazione; le responsabilità dell’Occidente.

Story Map
 
Infografica
 
Ciclo di incontri
   
 
 
Stefano M. Torelli 
ISPI
 
 
Massimo Campanini 
Università di Trento
 
 
Clara Capelli 
Cooperation and Development Network
 
 
Federica Zoja 
Avvenire
 
 
Francesco Marone 
Univ. di Pavia e Univ. di Fiume
 
 
 
 
Ugo Tramballi 
Il Sole 24 Ore
 
 
Eugenio Dacrema 
Università di Trento
 
 
Francesca Paci, La Stampa
 
 
A. Burato e M. Maiolino, ITSTIME
 
 
Riccardo Redaelli 
Università Cattolica del Sacro Cuore
 
Letto 80 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Powered by

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

  Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.